UN CAFFÈ RICCO DI STORIE

Il caffè è donna

Il caffè è donna, signore e signori. Questa affermazione può sembrare forte, forse spiazzare un po’. Qualcuno potrebbe addirittura pensare che qui si voglia “discutere sul sesso degli angeli”. Eppure, dati alla mano, il caffè è proprio donna: il ruolo femminile nel mondo del caffè infatti non è solo fondamentale, ma addirittura predominante. Tuttavia, purtroppo, nessuno nel mondo del caffè

I metodi di lavorazione del caffè

Qual è il caffè più buono? Quando qualcuno mi chiede quale sia il caffè più buono, mi piace rispondere con un sorriso: “quello che a ciascuno di noi piace bere”. Ma, se il mio interlocutore fosse invece desideroso di approfondire l’argomento di quale veramente sia il migliore caffè al mondo, allora rispondo più o meno così: “Il caffè è proprio

Variazioni sul tema

Lo dico subito, chiaro e tondo: Il caffè che noi italiani amiamo di più e che, insieme a quello della moka, è forse l’unico che davvero consideriamo tale, è certamente l’espresso. Concentrato, intenso, da bersi in tazzina di ceramica o in bicchierino di vetro. Cosa c’è di più classico e di più buono? Tuttavia, sia in Italia che nel mondo

La modernità di un caffè antico

La tecnologia è ormai diventata un componente essenziale non solo nella nostra vita quotidiana, ma anche nel mondo del lavoro, portando con sé numerosi vantaggi. Alla Danesi, per esempio, ci siamo dotati di risorse innovative e moderne che, ottimizzando in particolare i processi di lavorazione e produzione, aiutano a garantire nel tempo la migliore qualità del caffè prodotto. Con nostra

Un caffè alla volta

“Gutta cavat lapidem” (La goccia scava la pietra), diceva un antico proverbio latino. Il significato è semplice, ma profondo: ogni piccolo gesto, se ripetuto e condiviso, può portare a grandi risultati. O, in altre parole: un passo alla volta consente di arrivare davvero lontano, verso una meta desiderata. E se ti dicessi che anche con “una tazzina di caffè alla volta”

Le intermittenze del caffè

Prendendo spunto da un celebre libro* di José Saramago (premio Nobel per la letteratura), invito chiunque a farsi questa domanda: cosa succederebbe se, all’improvviso, il caffè sparisse dal mondo? Sembra una domanda un po’ surreale, ma proviamo a immaginare per un istante cosa accadrebbe se avvenisse per davvero. Le nostre giornate nell’epoca post-caffè La prima tangibile traccia della “sua assenza”

Un caffè “rosa”

Se qualcuno vi parlasse di caffè rosa probabilmente storcereste il naso alla sola idea di un caffè dal colore simile. Però oggi vi voglio parlare di un caffè veramente rosa. Non sono impazzita e noi Danesi non abbiamo certo deciso di mettere strane sostanze nelle nostre miscele. Eppure un caffè rosa esiste, anche se rosa non è il colore della bevanda,

La farina di caffè

Se in una conversazione qualcuno vi raccontasse che la farina è uno degli alimenti più utilizzati al mondo, o che il caffè è la bevanda più consumata subito dopo l’acqua, probabilmente non ne rimarreste molto sorpresi. Provate però a immaginare se vi informassero che esiste una farina – con cui fare pane, pasta, dolci – ricavata non dal grano, ma